29
AGO 19

Procedura aperta n. 42 - affidamento del servizio di pulizia degli uffici provinciali per gli anni 2019-2022 - specificazioni sulla compilazione dell'offerta economica.

A rettifica del punto 17 del Disciplinare di gara della PA n. 42 - affidamento del servizio di pulizia degli uffici provinciali per gli anni 2019-2022, si precisa che l’Offerta Economica deve essere compilata esclusivamente mediante la Piattaforma Telematica in uso, secondo quanto previsto al punto 13 dello stesso disciplinare e nell’allegato “Norme tecniche di funzionamento”.

Pertanto, non è necessario compilare alcun modello cartaceo.

Nello specifico, l’offerta di prezzo, assolta la competente imposta di bollo, deve essere sottoscritta dal legale rappresentante dell’offerente o da altro soggetto avente i medesimi poteri, con le seguenti precisazioni:

a) è redatta sul corrispettivo per l’esecuzione del servizio, mediante dichiarazione di ribasso percentuale sul corrispettivo posto a base di gara, con le modalità e alle condizioni di cui alla successiva lettera d);

b) il ribasso è indicato obbligatoriamente in cifre;

c) il ribasso è indicato con non più di 3 (tre) cifre decimali dopo la virgola; eventuali cifre in più sono troncate senza arrotondamento;

d) il ribasso offerto relativo all’esecuzione del servizio è corredato obbligatoriamente dall’indicazione, ai sensi dell’articolo 95, comma 10, del Codice, dell’incidenza dei costi della manodopera e dei costi di sicurezza aziendali propri dell’offerente; tali costi sono quelli estranei e diversi dagli oneri per l’attuazione del piano di sicurezza;

e) non riguarda né si applica agli oneri per l’attuazione del piano di sicurezza;

f) limitatamente ai raggruppamenti temporanei e consorzi ordinari non ancora costituiti: ai sensi dell’articolo 48, comma 8, del Codice, la sottoscrizione deve essere effettuata da tutti gli operatori economici che compongono il raggruppamento temporaneo o il consorzio ordinario.

L’offerta economica deve assolvere l’imposta di bollo di euro 16,00 (indipendentemente dalla dimensione del documento), mediante una delle seguenti modalità:

--- se assolta in modo virtuale, indicando sull’offerta la dicitura «Imposta di bollo assolta in modo virtuale» e gli estremi dell’autorizzazione dell’Agenzia delle Entrate, rilasciata ai sensi dell’articolo 15 del d.P.R. n. 642 del 1972;

--- in modalità telematica ai sensi dell’articolo 1, comma 596, della legge n. 147 del 2013, acquistandolo dagli intermediari autorizzati secondo le istruzioni fornite con il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 19 settembre 2014;

--- applicando la marca da bollo (contrassegno) sull’offerta prima della scansione per immagine, oppure indicando sull’offerta data, ora e numero di identificazione del contrassegno o, ancora, allegando un foglio recante il CIG della gara sul quale è applicata la marca da bollo, scansionarlo mediante copia per immagine in formato PDF e allegarlo all’Offerta economica; l’originale con la marca da bollo deve essere conservato dall’offerente;

b) la violazione delle disposizioni di cui alla lettera a), non pregiudica la partecipazione alla procedura, tuttavia il documento sprovvisto di bollo sarà inviato all’Agenzia delle Entrate per la regolarizzazione da parte dell’offerente, con il pagamento del tributo evaso ed una sanzione dal 100 per cento al 500 per cento dell’importo dello stesso tributo evaso (articoli 19, 25 e 31 del d.P.R. n. 642 del 1972).

Ultimo aggiornamento il 2019-08-29 12:03:23

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00